Durata Haccp e Scadenza Attestato Haccp: come effettuare il rinnovo?

La data di scadenza dell’ attestato haccp e quella di scadenza libretto sanitario devono essere tenute bene a mente per poter rinnovare queste due fondamentali certificazioni e non incorrere in sanzioni amministrative che possono essere anche importanti.

Durata certificazione haccp

La certificazione haccp è considerata la migliore pratica per le imprese per garantire che i loro lavoratori abbiano conoscenze aggiornate sull’igiene degli alimenti e la sicurezza del lavoro.Queste competenze possono essere acquisite seguendo regolarmente un corso di formazione sull’igiene alimentare. È raccomandato che la formazione e l’aggiornamento vengano forniti regolarmente e in base ai requisiti di valutazione dei rischi aziendali.

La formazione haccp fornisce informazioni pratiche e tecniche necessarie per sviluppare, gestire, implementare un sistema haccp di successo, ovvero un sistema dove vengono rigorosamente applicate procedure standardizzate di sicurezza del lavoro e igiene alimentare.

Rinnovo haccp

Mentre possedere l’attestato è obbligatorio, ed è un requisito igienico sanitario indispensabile se si esercita un’attività che preveda la manipolazione, la trasformazione e/o la somministrazione di alimenti, il suo rinnovo non è espressamente richiesto dalla legge, ma è altamente raccomandato perché le conoscenze e le abilità delle persone diventano comprensibilmente desuete con il passare del tempo.

Inoltre, per varie ragioni tra cui la coazione a ripetere, una cattiva pratica occasionale può diventare facilmente e involontariamente una consuetudine. L’aggiornamento diventa un’occasione per rivedere e, eventualmente correggere comportamenti e azioni che facilitano l’alterazione dei cibi.

Aspetti chiave dell’igiene e della sicurezza dei prodotti alimentari che potrebbero non essere facilmente richiamabili, devono periodicamente essere ricordati, come ad esempio le corrette procedure di manipolazione degli alimenti. La Regione Lazio consiglia il rinnovo dell’attestato haccp ogni due anni. Vale la penna di ricordare che la pratica dell’aggiornamento dell’attestato rafforza la conoscenza di:

  • Igiene alimentare e legge sulla sicurezza
  • Problemi di salute legati alla scarsa igiene alimentare
  • I quattro tipi di rischi: microbiologico, allergenico, fisico e chimico
  • Controllo della temperatura degli alimenti
  • Procedure di preparazione e conservazione adeguate
  • Prevenzione dei parassiti.
  • Igiene personale e malattia
  • Attività di pulizia adeguate
Vedi anche  Manuale Haccp per il trasporto di alimenti freschi e confezionati

Scadenza libretto sanitario e haccp

Anche il libretto sanitario serve ad attestare l’idoneità di un lavoratore alla manipolazione dei cibi, ma il problema della sua scadenza è diverso. Infatti questa certificazione istituita all’inizio degli anni’60 tende ad essere inglobata dall’haccp. Il libretto sanitario, dove è ancora in uso, certifica una serie di accertamenti effettuati dalla persona che ne attestano lo stato di salute.

Dalla fine degli anni ’80 questo strumento è stato gradualmente superato e molte regioni non lo considerano più uno strumento obbligatorio, supportate anche dai pareri dell’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) che ne hanno messo in evidenza i limiti e le insufficienze. Se però visita d’idoneità sanitaria, e relativa certificazione, non è più obbligatoria nell’esercizio di attività che hanno a che fare con gli alimenti, invece è obbligatoria l’attività di formazione e relativo attestato haccp. Questo, come certamente avrai capito, non riguarda più esclusivamente lo stato di salute del lavoratore, ma anche la sua preparazione nel capire quali norme igieniche vanno seguite ogni volta che entra a contatto con alimenti da immettere in un circuito pubblico.

I programmi didattici sono ripartiti in sessione adeguate allo specifico ruolo dell’operatore, che sia un responsabile o un addetto, che manipoli o no il cibo. La certificazione HACCP aiuta le attività che a vario titolo entrano in contatto con gli alimenti a dimostrare un sistema di sicurezza alimentare attivamente mantenuto e in continuo miglioramento. Questo a sua volta contribuisce a soddisfare le richieste dei clienti in sicurezza e si traduce in una maggiore credibilità e in pubblicità positiva.

Un aspetto che non va sottovalutato è che procedure e protocolli appresi con la formazione haccp si traducono in un circolo virtuoso di rapporti di fiducia e velocizzazione dei tempi di lavoro. Poiché i programmi applicati sono effettivamente implementati, gestiti e collaudati, una volta acquisiti faranno venire meno possibili incertezze sulle procedure stesse. Per evitare multe e sanzioni previste in caso di inottemperanza è necessario dotarsi del manuale di autocontrollo haccp.