Haccp azienda agricola e cantina vinicola: leggi per la produzione primaria

Perché le cantine vinicole e le aziende agricole hanno bisogno dell’haccp?

Haccp azienda agricola e cantina vinicola: leggi per la produzione primariaSecondo il Decreto Legislativo 155/97 il titolare di un’attività di produzione primaria o somministrazione di alimenti e bevande, dalla lavorazione delle materie prime, all’eventuale confezionamento di tali prodotti ed al loro trasporto e manipolazione, ha l’obbligo di essere formato e di formare i suoi dipendenti, al fine di rispondere a corrette procedure che garantiscano la sicurezza per il consumatore.

Consulenza e Corsi Haccp, haccp.roma.it, attraverso i suoi corsi destinati a tutte le categorie di operatori di settore alimentare, garantisce una formazione seria ed idonea atta a preparare i futuri lavoratori ad un operato responsabile e consapevole ed un riconoscimento del percorso fatto valido su tutto il territorio nazionale e dell’Unione Europea.

Corretta igiene e conservazione e degli alimenti sono solo alcuni degli aspetti che vanno indagati all’interno di un mondo estremamente eterogeneo che contempla sia norme che regolamentano le varie fasi del lavorazione del prodotto, che l’idoneità dell’ambiente all’interno del quale ne avviene la manipolazione.

E’ fondamentale che nella scelta di operare in questo settore si sia consapevoli della responsabilità che la lavorazione e somministrazione di alimenti e bevande richiede, sia che si sia impegnati in filiera di produzione che al servizio a tavola.

Haccp è la sigla che letteralmente significa “Analisi dei rischi e controllo dei punti critici

Questo vuol dire che la conoscenza di tutte le fasi che regolamentano la produzione di un elaborato alimentare, nonché la capacità di adottare tutte quelle misure atte allo scopo di prevenire, controllare appunto e garantirne una corretta manipolazione e trattamento, è chiaramente esplicata da regole e procedure dalle quali non si può prescindere.

Vedi anche  Haccp magazzino alimentare: evita la contaminazione alimentare durante la conservazione

Garanzia di sicurezza e di igiene nel processo di lavorazione, conservazione del prodotto, confezionamento o in alternativa trasformazione, commestibilità dello stesso, attraverso la determinazione dei punti critici CCP nelle varie fasi, debbono sottostare ad un controllo rigoroso che ne elimini o riduca al minimo la percentuale di rischio e ne contempli la prevenzione.

Il conseguimento dell’attestato HACCP a Roma, haccp.roma.it, attraverso i propri corsi approvati dal TAR e con validità nazionale ed Europea, come percorso di consapevolezza di tutto ciò che ruota attorno al processo alimentare, sta a dimostrare con atto formale che il lavoratore di settore, ha acquisito tutte quelle nozioni atte a garantire la sicurezza ed a renderlo idoneo a tale attività.
In merito alla serietà dell’argomento ed alle disposizioni dell’Unione europea a tutela del consumatore è obbligatorio procedere con serietà e coscienza ad una corretta formazione..

Haccp per la produzione primaria

Le cantine vinicole e le aziende agricole

Sia le cantine vinicole che le aziende agricole sono equiparate in merito alle regolamentazioni dell’ HACCP.

Entrambe prevedono un’ applicazione, nelle fasi di produzione del prodotto, di monitoraggio sia sulla corretta procedura d’impianto, che delle successive verifiche.

Debbono sottostare ad una severa regolamentazione di tutti i criteri adottati di cura della materia prima al fine di individuare gli eventuali punti critici che potrebbero inquinare il prodotto e rappresentare un pericolo per la salute dell’uomo.

Haccp azienda agricola e cantina vinicola: leggi per la produzione primaria

Obbligatorio vigilare sulle attrezzature adottate, sugli agenti adoperati nella coltivazione, come su tutti quei pericoli che si identificano nelle aziende agricole, in chimici, sulle materie prime, fisici, pericoli di contaminazione delle materie alimentari e biologici (tra i più comuni infestanti dei generi alimentari topi, anobio del pane, larve di mosca), aghi da carne rotti in allevamento, contaminazione di vetro, plastiche, foraggi.

Vedi anche  Durata Haccp e Scadenza Attestato Haccp: come effettuare il rinnovo?

Mentre per le aziende agricole, settore allevamento e coltivazione presentano un quadro fortemente variegato di intervento, che naturalmente il corso a Roma haccp.roma.it preparerà ad affrontare, le cantine vinicole si possono brevemente ridurre a 2 tipologie, la cui differenza sostanziale è da rilevarsi nella quantità di materia prima prodotta.

Disporranno di unico locale all’interno del quale verranno svolte tutte le attività finalizzate alla produzione, con l’intesa che lo stesso possa prevedere la dislocazione di tutta una serie di spazi adatti a poter consentire la lavorazione.

Tutte le superfici, sia per l’azienda agricola che per la cantina vinicola, che siano atte ad ospitare le materie prime a qualunque titolo, dovranno essere adeguate, secondo le indicazioni di legge, all’applicazione delle norme igienico sanitarie previste, contemplando oltre agli spazi destinati alle varie lavorazioni, zona lavaggio e servizi igienici.

Questi ultimi concepiti rispondendo a tutta una serie di accorgimenti atti all’igiene personale e sottoposti a verifiche di idoneità, dovranno essere abilitati al fine di non trasferire alle materie lavorate agenti inquinanti.

Procedure e controlli di lavorazione saranno d’obbligo al fine di introdurre in commercio un prodotto sicuro ed integro.

Mentre esaurire il complesso meccanismo che ruota intorno all’azienda agricola in questo assunto non è possibile, aspetto evaso nel corso a Roma haccp.roma.it, per quanto riguarda la produzione di uve non si rilevano fattori ad alto rischio di criticità.

Come per le altre aziende di produzione nel settore alimentare, quelle agricole e vinicole dovranno rispondere agli adeguamenti previsti dal pacchetto d’igiene europeo e fornire tutta una serie di informazioni relative ai sistemi adottati per la coltivazione con annessa identificazione di competenze e responsabilità.

Vedi anche  Manuale Haccp per il trasporto di alimenti freschi e confezionati

Avranno obbligo di registrare tutti gli interventi nelle varie fasi di produzione, ed infine assicurarsi che il prodotto finale abbia tracciabilità secondo il regolamento la Direttiva europea 178 2002.