Ultime novità del 2019 in tema di sicurezza sul lavoro

Come tutti sappiamo la tematica della sicurezza sul lavoro è particolarmente sensibile nel nostro paese, soprattutto da quando si è deciso di contrastare il cosiddetto fenomeno delle morti bianche, causato da incidenti in condizioni lavorative spesso precarie e senza una normativa che desse una regola seria riguardo quelli che dovevano essere gli obblighi di comunicazione e formazione all’interno di un’area lavorativa aziendale, sia da parte dei titolari o dirigenti, sia da parte dei lavoratori stessi.

L’avvento della nuova normativa sulla Sicurezza sul Lavoro con il D.Lgs. 81/08, ha contribuito a migliorare notevolmente la situazione, ma ogni anno come sappiamo, vengono introdotte delle novità in materia, soprattutto con la stesura dell’annuale Legge di Bilancio.

CostruzionePer quanto riguarda il 2019, le principali novità che possiamo trovare riguardano proprio l’ultima Legge di Bilancio, ossia la Legge 30 Dicembre 2018, n.145, che è entrata in vigore con il primo giorno del nuovo anno; tra le moltissime tematiche toccate (si tratta di un documento di fondamentale importanza economica perché definisce quali sono gli obiettivi per la gestione dell’anno finanziario che sta per iniziare e per la gestione di tutto il triennio successivo), abbiamo avuto dei riferimenti ed innovazioni importanti proprio riguardo la tematica della sicurezza sul lavoro. Abbiamo deciso di parlarvi brevemente di quelle che sono state le ultime novità in materia, insieme ai nostri colleghi di Studio Zaneboni, che da anni offrono servizi di consulenza e corsi di formazione per i vari elementi aziendali che ne necessitano.

Quali sono in sintesi le novità considerate per quest’anno?

Inasprimento delle sanzioni per il datore di lavoro in caso di violazioni in materia di sicurezza sul lavoro

In particolare sono previsti i seguenti aumenti di sanzioni:

  • Il 10% di incremento per sanzioni già previste riguardo la mancata messa in atto di quanto disposto nel cosiddetto Testo unico sulla sicurezza sul lavoro (stiamo parlando ovviamente del D.Lgs. 81/08 che, lo ricordiamo, riguarda tutte le forze lavorative che possiamo trovare all’interno di un comparto aziendale, dal titolare ai dirigenti, passando soprattutto per le forze lavorative. Il decreto principalmente parla di come può correttamente avvenire la formazione di esse in tema di sicurezza, e soprattutto definisce in modo preciso quali sono gli obblighi e i diritti e le documentazioni necessarie per essere in regola e per consentire di lavorare in un ambiente il più possibile privo di fonti di rischio per l’incolumità di chi ogni giorno lavora al suo interno)

  • Sanzioni che possono essere addirittura raddoppiate fino al 20% in caso di: A) Utilizzo di forza lavoro che avviene senza aver preventivamente fatto apposita comunicazione al relativo Centro per l’impiego B) Irregolarità nella somministrazione del lavoro C) Mancata osservanza dei regolamenti riguardanti gli orari di lavoro D) Non comunicazione del distacco estero.

Quest’ultima serie di sanzioni prevede il raddoppio se, durante i precedenti 3 anni, il datore si era visto applicare altre sanzioni o ammende relative a questo genere di violazioni (si parla, quindi, di reiterazione della violazione stessa).

Aumento di organico riguardante l’Ispettorato Nazionale del Lavoro

SicurezzaCome sappiamo, questo organo ha il compito di vigilare sull’intero territorio nazionale relativamente all’applicazione delle normative in materia di lavoro, contribuzione, assicurazione obbligatoria e di legislazione sociale, oltre a vigilare sulla tutela della salute e sicurezza dei dipendenti.

L’ultima novità prevista relativamente a questo organo, è la decisione di aumentare il numero di ispettori e personale al suo interno, nei prossimi 3 anni (si parla di circa 300 assunzioni per ogni anno, quasi tutte con finalità ispettiva).

Questo tipo di decisione viene ritenuta necessaria per contrastare il sempre crescente fenomeno delle irregolarità all’interno del mondo del lavoro e per garantire che venga tutelata la salute e sicurezza dei lavoratori.

Diminuzione di tariffe e premi per contributi INAIL e diminuzioni di finanziamenti

Tramite l’ultima Legge di Bilancio viene prevista una riduzione relativa alle tariffe che ogni azienda deve versare all’INAIL, riguardante le assicurazioni per infortuni sul lavoro. La riduzione riguarda il periodo 2019-2021. Minori tariffe comportano ovviamente minori entrate per l’Istituto (oltre 400 milioni per il primo anno, salendo fino ad oltre 500 nel 2020 e circa 600 nel 2021), che andranno a ripercuotersi sulle risorse che verranno destinate per finanziare progetti di investimento e formazione, relativamente alla tematica della salute e sicurezza sul lavoro.

Controllo e prevenzione degli incendi in luoghi della cultura

Si è previsto che il Ministero per i beni e le attività culturali provveda a fare una ricognizione di tutti i vari istituti e luoghi di cultura o comunque sottoposti a vincoli paesaggistici e culturali. Una volta effettuata tale ricognizione, si stabilisce che venga effettuata, nei limiti delle risorse disponibili, la messa a norma di eventuali criticità rilevate in materia di prevenzione incendi.

Si stabilisce, inoltre, una deroga per l’adeguamento alle disposizioni antincendio per tutte le strutture ricettive che hanno subito danni dalle criticità ambientali dello scorso 2 Ottobre; tale proroga è prevista fino al prossimo 31 Dicembre.

Test Haccp

Haccp Test Online: cosa sono?

Analisi dei pericoli e punti critici di controlloPer Test Haccp si intende una simulazione online che vi permette di vautare il vostro grado di preparazione per il raggiungimento della certificazione Haccp.

Per Certificazione Haccp si intende un sistema di controllo ed un insieme di procedure e regole che garantiscono l’adozione di tutte le misure di sicurezza in materia alimentare, dall’igiene alla sicurezza degli alimenti e delle bevande, sino ai controlli delle diverse fasi di lavorazione, trasporto e conservazione degli alimenti.

Questa certificazione è obbligatoria per tutte le categorie professionali che operano nel settore alimentare e che, in diversa misura, entrano in contatto direttamente oppure indirettamente con gli alimenti.

Se intendete effettuare una simulazione dell’haccp test online potete trovare diversi siti che simulano quiz haccp per esercitazione. Vi citiamo due esempi: haccp test 1 e Quiz Haccp. Entrambi sono dei simulatori con domande e risposte del test haccp, senza alcun valore. Non ci sono correttori fisici che controlleranno il vostro test haccp ma sono un modo per esercitarvi e prepararvi al vero esame haccp a cui ogni frequentate del corso verrà sottoposto.

Il Protocollo Haccp: La Normativa Europea introdotta nel 1997

Il Protocollo HACCP, acronimo di Hazard Analysis and Critical Control Points, è stato introdotto nel 1997 con l’obiettivo di promuovere e migliorare, come prevenzione, tutti i possibili pericoli e problemi nelle diverse fasi di produzione, stoccaggio, conservazione e somministrazione di alimenti e bevande. Il controllo di tutte le procedure richiede molta attenzione, per questo motivo molte aziende si affidano a consulenti e professionisti certificati nel protocollo HACCP, una delle migliori soluzioni per rimanere sempre aggiornati ed in regola sulla normativa Europea, per la redazione di manuali HACCP, per i corsi di formazione e per una consulenza più ampia su tutto quello che può riguardare la consulenza per la sicurezza alimentare.

Consulenza e Corsi Haccp a Roma

Haccp a Roma è una realtà ormai consolidata nella consulenza aziendale per la sicurezza alimentare. Può gestire la formazione per il personale che entra direttamente ed indirettamente a contatto con gli alimenti. Offre la possibilità di seguire corsi per tutte le categorie di operatori del settore alimentare, dai Camerieri ai Magazzinieri, Corsi HACCP per Cuochi, pizzaioli, pasticcieri e Barman oltre che per i titolari e per i responsabili di aziende che operano nel settore alimentare. I Corsi Haccp sono riconosciuti e approvati con attestati validi in Italia ed in Europa. Per chi ha l’esigenza di ottenere un certificato Haccp e per le aziende che vogliono formare il proprio personale, l’azienda Haccp Roma è certificata in tutta Italia e potrà fornire all’occorrenza un consulente in sede per controllare e mettere in regola la tua azienda sulla base delle ultime direttive in materia di sicurezza alimentare.

Seguire un Corso Online per la certificazione Haccp 

Oltre che dal vivo, negli ultimi tempi è stata introdotta la possibilità di seguire i Test per la certificazione Haccp anche online. Grazie a questa possibilità si riescono a raggiungere sempre più persone e si riesce anche a rispondere alle diverse esigenze, lavorative e non, di più persone. I Corsi online di Haccp sono facili e semplici da seguire, si potranno comprendere quali sono le principali norme in materia di sicurezza alimentare e si potranno inoltre organizzare corsi diversi anche in base alle specifiche esigenze delle diverse aziende. Tutti i corsi sono riconosciuti e approvati dal TAR che rilascia conferma della validità dopo il superamento dell’esame.

Ottieni subito una consulenza gratuita.
contattaci ora
Servizi Principali