Haccp Ristorante: manuale haccp per ristoranti, haccp settore ristorazione

La certificazione Haccp ristorante è molto importante per chiunque operi nel settore alimentare perché dimostra, in modo ufficiale, il rispetto delle normative di legge in materia. Per ottenere l’Haccp, acronimo di “Hazard Analysis Critical Control Point” (Analisi dei Pericoli e Controllo dei Punti Critici) è indispensabile seguire corsi ad hoc. In Italia sono numerosi gli enti che rilasciano certificazioni Haccp, fra questi si distingue Advice Srl, con sede a Roma, specializzata da anni nel settore. Oltre a corsi per Haccp per ristorante, disponibili anche online, Advice Srl propone utili consulenze per i professionisti che vogliono formarsi “a norma di legge”.

Il Manuale Haccp per ristoranti: cos’è e cosa comprende

Ristorante PontejelCome premesso, l’Haccp per ristorante è una certificazione che dimostra a livello giuridico il proprio adeguamento alla Normativa di legge in materia di igiene alimentare. E’ il regolamento europeo a indicare le linee guida generali relative all’applicazione del sistema Haccp, ispirandosi al codice alimentare del 2003.

Le aziende interessate, non solo ristoranti ma anche locali e bar, devono seguire in modo certosino questi protocolli e il responsabile, dopo aver seguito un apposito corso per ottenere l’attestato Haccp, deve assicurare l’applicazione del documento di autocontrollo degli alimenti, chiamato Manuale Haccp per ristoranti. Il Manuale include le diverse attività coinvolte nella preparazione, conservazione e servizio svolti nel locale. Dopo una descrizione iniziale generica, comprende tutta la documentazione di natura operativa.

Nel dettaglio i punti elencati sono: manutenzione delle attrezzature e dei locali, procedure adottate per l’igiene dei locali, presenza di eventuali infestazioni, regole di igiene e preparazione del personale, gestione, conservazione e preparazione dei cibi, rintracciabilità delle materie prime, gestione e pulizia del locale e dei rifiuti, formazione e schede di autocontrollo da compilare periodicamente. E’ importante includere anche riferimenti normativi, i dati dell’azienda, la descrizione del gruppo di lavoro capitanato da un responsabile Haccp, l’elenco dei dipendenti.

Trattandosi di un documento fondamentale, bisogna redigerlo in maniera corretta, senza saltare alcun punto, e per questo è opportuno richiedere una consulenza a professionisti accreditati. Nella capitale una delle aziende più preparate nel settore è sicuramente Advice Srl, che oltre a proporre corsi ad hoc offre consulenze Haccp a Roma per qualunque tipo di azienda alimentare.

Ma in definitiva qual è lo scopo del Manuale Haccp per ristoranti? Salvaguardare la salubrità di cibi e bevande somministrati al pubblico prevenendo rischi per l’igiene e la sicurezza. I controlli vengono solitamente eseguiti dall’ASL, anche senza preavviso, e chi non rispetta tutta la normativa rischia pesanti sanzioni.

Haccp ristorante: dove conseguire l’attestato

Gli enti che propongono corsi per ottenere l’Haccp per il settore della ristorazione sono numerosi in tutta Italia ma è importante verificare preventivamente che rilascino attestati a norma di legge. Onde evitare spiacevoli sorprese, è meglio avvalersi di professionisti del settore accreditati e di aziende regolarmente abilitate.

L’Haccp per ristorante a Roma e dintorni può essere conseguito tramite Advice Srl, punto di riferimento da anni nel settore, che propone corsi Haccpconsulenze Haccp, certificazioni e formazione Haccp, anche nella comoda modalità online, altrettanto valida dal punto di vista giuridico.

corsi Haccp nel settore della ristorazione a Roma di Advice Srl sono validi in tutta Europa secondo la direttiva Europea 2005/36/CE recepita dallo stato italiano con Dlgs 206/2007.

Le consulenze, d’altra parte, possono rivelarsi utili per redigere correttamente il Manuale Haccp per ristoranti, seguendo fedelmente le procedure del protocollo, che non sono semplicissime perché ricche di dettagli importanti, da non sottovalutare.

Haccp per ristorante: destinatari e costi

I soggetti che devono obbligatoriamente conseguire la certificazione Haccp nel settore della ristorazione sono sia il proprietario responsabile che gli eventuali dipendenti.

Per quanto riguarda i costi dell’Haacp, essi dipendono dagli enti che rilasciano gli attestati Haccp e anche dal tipo di specializzazione che si intende conseguire. I responsabili necessitano solitamente di corsi più approfonditi rispetto ai dipendenti, che a Roma, per esempio, possono aggirarsi intorno ai 50 euro contro i 35 del personale.

corsi di Haccp a Roma di Advice Srl hanno prezzi vanteggiosi e vengono proposti anche nella modalità online, una valida alternativa per chi è intenzionato a ottenere una certificazione Haccp per ristorante a Roma senza spendere troppo e comodamente da casa. Fra l’altro questa azienda specializzata da anni nel settore, famosa per la sua professionalità, specifica in modo dettagliato i preventivi per ottenere la certificazione Haacp a Roma e per seguire eventuali corsi di formazione Haccp.

Haccp per ristorante: durata

Le certificazioni Haccp per il settore della ristorazione non hanno validità illimitata una volta conseguite ma una durata variabile a seconda delle regioni italiane. La durata dell’Haccp per ristorante a Roma dipende quindi dalle disposizioni del Lazio e così via per le altre città. Una volta scaduto l’attestato, è sufficiente aggiornarlo facendo richiesta presso gli Enti che lo hanno rilasciato. L’obbligo vale non solo per il responsabile ma anche per gli eventuali dipendenti dell’azienda.

Haccp nei Bar: manuale haccp bar, schede temperature frigo

Tutte le attività che prevedono la manipolazione e somministrazione di cibi, come i bar, devono avere il manuale Haccp di autocontrollo alimentare. Il manuale Haccp è un documento che deve essere realizzato dai gestori di un bar e deve contenere tutte quelle attività coinvolte nella preparazione e nella conservazione di cibi.

Haccp Bar: significato e utilità

barLa sigla Haccp è l’acronino di “Hazard Analysis Critical Control Point“, che letteralmente significa “Analisi dei Pericoli e Controllo dei Punti Critici”. L’igiene degli alimenti, la pulizia degli ambienti e la sicurezza sono gli aspetti più importanti in tutti quei luoghi di lavoro nei quali si manipolano cibi destinati al consumo. Proprio per tutelare la salute dei consumatori nei bar e locali di ristorazione, la legge italiana si è messa in linea con la normativa europea che riguarda, appunto, l’autocontrollo alimentare.

Il proprietario di un bar, pertanto, è il primo responsabile dell’igiene nella sua struttura. Successivamente ad una adeguata formazione, dovrà essere in grado di monitorare il rischio nell’ambiente di lavoro, utilizzare le misure corrette di contrasto e pulizia, mantenere la cura della propria struttura e mostrare gli accorgimenti effettuati al momento di un controllo. La normativa è stata applicata in Italia con il D.L. del 28 agosto 1997.

Secondo questo regolamento, il titolare di un bar, ma anche di pub e ristoranti, deve obbligatoriamente redarre il documento Haccp nel quale dovrà essere specificato che ingredienti utilizza per la preparazione dei cibi, che sistema di conservazione adopera, a quale temperatura vengono conservati i cibi nei frigo e quali sono i punti critici.

Pertanto, all’interno del manuale Haccp Bar devono essere contenute tutte queste informazioni, oltre a quelle relative al trasporto dei prodotti, ai metodi messi in atto per evitare contaminazioni o ad eventuali situazione di pericolo per il personale e per i clienti.

Manuale Haccp Bar: cosa comprende?

Andando nello specifico, elenchiamo qui i punti essenziali che devono essere necessariamente presenti all’interno di un manuale Haccp per bar e locali pubblici in cui si consumano alimenti:

  • pulizia e gestione del locale e dei rifiuti
  • tutte le procedure adottate per l’igiene dei vari locali della struttura
  • manutenzione dell’attrezzatura e del locale
  • presenza di infestazioni
  • conservazione, gestione e preparazione dei generi alimentari
  • rintracciabilità di tutte le materie prime
  • preparazione del personale e regole di igiene (cuffie, grembiuli e guanti)

Oltre a tutti questi elementi, il manuale Haccp deve per legge contenere anche delle schede  haccp di autocontrollo, che verranno periodicamente compilate dal gestore del bar per monitorare le condizioni della struttura. Ad esempio, se all’interno del documento è specificato che giornalmente viene controllata la temperatura del frigo, è necessario che ci sia una scheda di autocontrollo allegata nella quale annotare i gradi dell’elettrodomestico.

Aggiornare regolarmente le schede è condizione fondamentale per non incorrere in sanzioni in caso di eventuali controlli. Se devi aggiornare o redarre il manuale Haccp per la tua struttura a Roma, affidati alla consulenza professionale di Haccp Roma e sarai in regola e perfettamente aggiornato sulla normativa Haccp. Haccp Roma offre un servizio garantito da professionisti nel settore che sapranno fornirti un supporto specialistico garantendo un servizio altamente personalizzato.

Normativa Bar: cosa accade se non si prepara il manuale Haccp?

Nel caso in cui il gestore di un bar non abbia preparato il manuale di autocontrollo Haccp, potrebbe andare incontro a delle sanzioni pecuniarie. È bene ricordare, infatti, che il manuale Haccp è un manuale di autocontrollo e quindi spetta allo stesso gestore/proprietario del bar occuparsene in prima persona. I controlli sanitari vengono generalmente effettuati dalle ASL e i funzionari non hanno l’obbligo di avvisare per tempo in caso di un controllo, quindi è importante essere sempre in regola con le norme igieniche e tenersi sempre pronti.

Durante il controllo, gli ispettori verificano per prima cosa la presenza del manuale Haccp e di conseguenza che le norme alimentari ed igieniche presenti in esso vengano rispettate alla perfezione, che queste norme vengano applicate e che i controlli specificati sul manuale vengano eseguiti giornalmente. Se un bar non rispetta la normativa o non possiede un adeguato manuale Haccp, potrebbe essere soggetto a pesanti sanzioni.

Poiché la redazione di un manuale Haccp è un’attività delicata, se non si possiede la giusta esperienza o formazione è facile commettere degli errori. Per questo motivo, è consigliabile affidarsi a dei professionisti del settore. Sul sito Haccp.roma.it troverete a vostra disposizione dei consulenti in grado di aiutarvi fornendovi soluzioni personalizzate.

Ottieni subito una consulenza gratuita.
contattaci ora
Servizi Principali